AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza
1 e 4 maggio

  • tipologia:

    Feste religiose
    Manifestazioni folkloristiche

  • città/comune:

    Cagliari
  • provincia:

    Cagliari
  • telefono:

    070 6771
  • sito web:

    www.comune.cagliari.it
  • per informazioni:

    Comune

  • email:

    INVIA UNA EMAIL



E' uno dei più importanti eventi religiosi e folkloristici della Sardegna. La manifestazione si ripete da tre secoli e mezzo per onorare il voto fatto dall'Amministrazione di Cagliari nel 1656 per ringraziare il Santo di aver liberato la città da una violenta epidemia di peste.

Le celebrazioni iniziano con la processione che accompagna il simulacro del Santo dalla sua chiesa, nel cuore del quartiere Stampace, verso il luogo del martirio, a Nora.
Il corteo viene aperto dalle caratteristiche "traccas", cioè i carri a buoi ornati con tappeti, fiori e utensili. Seguono i gruppi folk provenienti dalle otto province sarde, i cavalieri e i miliziani. Sfilano poi il terzo guardiano, l'Alternos (che in origine rappresentava il Viceré e che oggi fa le veci del Sindaco) e la Guardiania. Il cocchio dorato con la statua di Sant'Efisio è preceduto dai componenti della Confraternita in abito penitenziale. Suoni di launeddas accompagnano il lento e cadenzato cammino del Santo e petali di rose rosse, rosa e gialle coprono come tappeti i lastroni granitici della Via Roma con la caratteristica "ramadura".
Dopo la processione cittadina, nel primo pomeriggio, il corteo lascia la città e, dopo aver sostato nel villaggio dei pescatori di Giorgino, nella cappella a lui dedicata, lascia gli abiti della festa per indossare quelli più umili della campagna. Diverse sono le soste che compie prima di giungere sul luogo del suo martirio: Capoterra, Sarroch, Villa San Pietro, Pula e infine Nora dove è atteso da una folla festante di devoti che lo accolgono cantando i "goccius" della tradizione. Giunto a Nora il simulacro del santo rimane esposto alla devozione dei fedeli nella chiesetta sulla spiaggia, dove si celebrano numerose messe. Il 3 maggio il Santo viene trasportato in processione lungo la spiaggia di Nora a rivisitare i luoghi del suo martirio. Il 4 maggio, infine, il cocchio con il simulacro del Santo riprende la strada del rientro verso Cagliari, ripercorrendo a ritroso le stesse tappe del viaggio d'andata. A Giorgino indossa nuovamente le ricche vesti della festa. Il corteo, che procede alla luce delle fiaccole, arriva in città quando ormai è buio, in un compito silenzio, accolto da un'atmosfera religiosa più intima rispetto a quella del primo maggio. Al suo arrivo nella chiesetta di Stampace viene celebrato un breve rito religioso in latino e si intonano i "goccius" in onore del Santo.

1° Maggio.

Ore 10.00:

I tradizionali carri del campidano, chiamati traccas, aprono la processione.

Seguono i molti diversi colori dei costumi sardi: 3500 persone in costume tradizionale provenienti da ogni parte dell'isola.

Sono 300 i cavalli che seguono in tre diversi gruppi: i Cavalieri campidanesi, i Miliziani, la Guardiania.

Ore 12.00

Partenza di Sant'Efisio attraverso il seguente percorso:

via Azuni, Piazza Yenne, Corso Vittorio Emanuele, Via Sassari, Piazza del Carmine, Via Crispi, Via G.M. Angioy, Via Mameli, Largo Carlo Felice, Via Roma (lato Comune), Via Sassari (parte bassa) Viale La Playa, Villaggio Pescatori, Giorgino, Chiesa di Sant'Efisio a Giorgino (ore 15:00).

Arrivo alla chiesa di Sant'Efisio a Giorgino viene sostituito il cocchio e vengono fatti indossare al Santo gli abiti da viaggio.

La Maddalena Spiaggia, processione lungo la Strada Provinciale sino al raccordo con Frutti D'oro e sosta con Santa Messa all'aperto nel piazzale antistante la Chiesa di Sant'Efisio a Su Loi.

Breve sosta per i buoi.

Ripresa del viaggio sino a Villa D'Orri dove nella cappella di proprietà dei Marchesi di Villahermosa viene celebrata una celebrazione eucaristica in commemorazione dei defunti.

Benedizione e partenza per Sarroch luogo in cui il santo trascorre la notte nella chiesa omonima.

2 Maggio, ore 08:00

Santa Messa

Partenza per Villa San Pietro.

Processione, messa e partenza per Pula: le autorità municipali, l'Arciconfraternita ed i fedeli attendono il Santo per cominciare la processione lungo il paese.

Messa e Pranzo.

Ore 18:00 Celebrazione della Santa Messa prima della partenza del simulacro per Nora.

Festa davanti al simulacro per commemorare i defunti.

Sosta davanti al cimitero per commemorare i defunti.

Benedizione nella Chiesa di San Raimondo.

Partenza per Nora, sosta del simulacro vicino al comando della Marina Militare, ammaina bandiera e successiva partenza per Nora per la celebrazione della Santa Messa.

3 Maggio, ore 07:30

Sante Messe fino alle ore 11:00 celebrate dall'ordinario diocesano all'aria aperta.

Ore 18:30 processione con il simulacro lungo il percorso che porta agli scavi di Nora per poi rientrare alla spiaggia.

Santa Messa e partenza per Pula.

4 Maggio, ore 08:00

Partenza da Pula dopo la Santa messa per arrivare a Cagliari alle 22:30 circa.

5 Maggio

Santa Messa.

Pomeriggio dal 5° al 25° giorno Novenario in onore del Santo.

Il 22 maggio si trascorrono 40 ore di venerazione del Santo ed in questa occasione viene letto il rosario che ripercorre tutta la vita di Efisio.

Il giorno 25 maggio si chiude ufficialmente la calebrazione delle festività in onore di Sant'Efisio



Le manifestazioni potrebbero subire cambiamenti, pertanto si consiglia di verificare l'evento contattando direttamente gli enti organizzatori.
Prodottitipici.com non è responsabile di eventuali modifiche delle date dei singoli eventi.