AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza




La Cantina San Donaci tra le più antiche aziende dell’agro salentino nasce nel 1933 grazie all’idea imprenditoriale di un gruppo di 12 agricoltori che per sviluppare l’economia del loro prodotto e della loro terra fonda quella che oggi è l’azienda.
Superate le iniziali diffidenze, ai primi soci fondatori si aggiungono altri agricoltori convinti, con i fatti, della validità dell’iniziativa.

Con il passare degli anni l’azienda ha raggiunto un numero abbastanza cospicuo di soci tanto da averne oggi all’attivo circa 600, che permettono all’azienda di incamerare un quantitativo di uve, che varia a seconda delle annate, dai 50.000 ai 60.000 quintali, i quali pur con gli anni avversi che il settore vitivinicolo ha sofferto, non hanno esitato un attimo a proseguire e completare quelli che erano gli investimenti già programmati per i piani di ammodernamento sia strutturale che tecnologico.

Oggi la Cantina San Donaci usa tecnologie altamente innovative. La macerazione in vinificatori automatici a sommerzione di cappello in acciaio, il controllo della temperatura di fermentazione, le presse soffici, contribuiscono ad esaltare le già ottime caratteristiche organolettiche e qualitative dei nostri prodotti evidenziandone i gusti e i sapori tipici. Ma quello che maggiormente contraddistingue le nostre migliori produzioni è l’insostituibile invecchiamento in botti di rovere che più di ogni altra cosa, affinandone il gusto, ne esalta la grande qualità.
Ormai dotata delle attrezzature enologiche più moderne, l’impegno della Cantina San Donaci si è concentrato negli ultimi anni nell’accrescimento qualitativo di ogni singolo aspetto della filiera produttiva. Il lavoro degli agronomi è teso a seguire i soci conferitori fin dalla scelta delle varietà da mettere a dimora e della tecnica di allevamento, consigliandoli e indirizzandoli su potature e pratiche agronomiche. Solo uva sana e di qualità può dare vino di qualità: su queste basi la Cantina San Donaci premia il lavoro dei propri soci con un’attenta analisi delle uve in entrata e il riparto degli utili in proporzione alla qualità delle uve conferite.

La Cantina San Donaci vinifica solo le uve autoctone dei propri vigneti: insieme alle tre uve storiche Negroamaro, Primitivo e Malvasia Nera, vengono usate anche quantità minori di altre varietà come Malvasia Bianca, Chardonnay, Bombino, Trebbiano, ecc.

Le proprietà dell’azienda si trovano tutte nel Salice Salentino (zona storica) nelle aree maggiormente vocate, con una estensione di circa 500 ettari e con notevole varietà di terreni e microclima.








Preferiti a Brindisi: