AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza

Bastarduna di Calatafimi

Frutta (Frutta fresca)
Sicilia

Territorio interessato alla produzione: Comune di Catalafimi Segesta

Descrizione sintetica del prodotto: fichi d’india a frutto giallo che matura a cavallo al mese di novembre

Descrizione delle metodiche di lavorazione e stagionatura: il fico d’india Bastarduna di Catalafimi è una pianta molto rustica che necessita di poche cure culturali. Nelle piantagione intensive vengono utilizzati terreni molto fertili, ricorrendo a due irrigazioni annue durante il periodo estivo. Oltre a ciò viene effettuata la tecnica della scozzolatura che consiste nell’asportare, nel periodo a cavallo il 13 giugno, i fiori. La pianta emette allora nuovi fiori, i quali producono frutti che giungono alla maturazione nel mese di novembre. Frutti di grande pregio, ricchi di polpa con la presenza di pochissimi semi.

Materiali ed attrezzature specifiche utilizzate per la preparazione e condizionamento: ceste di vimini

Descrizione dei locali di lavorazione, conservazione e stagionatura: i locali di lavorazione e confezionamento devono essere salubri e igienicamente accettabili.

Elementi che comprovino che le metodiche siano state praticate in maniera omogenea e secondo regole tradizionali per un periodo non inferiore ai 25 anni: Bastarduna di Calatafimi è un frutto le cui orgini ci portano nel periodo antecedente all’epopea Garibaldina. Infatti nel periodo della famosa battaglia del 15 maggio 1860 le campagne limitrofe il vecchio borgo erano già coltivate a “Bastarduna di Catalafimi”.

Fonte: Gazzetta Ufficiale della Regione Siciliana del 6/02/1999 - Parte I n.6