AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza

Cicoria di catalogna frastagliata di Gaeta (Puntarelle)

Ortaggi e Conserve (Vegetali freschi)
Lazio

Nomi locali e suoi sinonimi: Puntarelle

Aree di rinvenimento del Prodotto: Formia (LT), Gaeta (LT)

Aree di rinvenimento produttori censiti: Formia (LT), Formia (LT)

Tipologia produzione: Attiva

Periodo di produzione: La semina viene effettuata in semenzaio tra la fine di giugno e la metà di luglio; la raccolta inizio dapo circa 40-45 giorni dal trapianto

Mercato di riferimento: Il prodotto viene venduto nei mercati locali di Gaeta, Fondi e Formia.

Descrizione del prodotto: I cespi di puntarelle sono caraterizzati da una forma allungata (circa 40-50 cm), di colore verde chiaro e da steli floreali (le puntarelle) che fioriscono verticalmente dal cespo. il sapore è gradevolmente amarognolo, la consistenza è tenera e croccante. La preprazione della puntarella prevede il taglio e la sfilatura della fibra che comporta il caratteristico arricciamento. Il prodotto si consuma allo stato fresco insieme ad insalate, condito con olio, sale e aceto, oppure cotto e consumato come contorno ad altre pietanze. La semina viene eseguita a spaglio, tra giugno e luglio, in semenzaio all'aperto; segue dopo circa 30 giorni la messa a dimora dalle piantine; la raccolta manuale inizia dopo 40-50 giorni dal trapianto. Il prodotto raccolto viene posto all'interno di cassette di plastica o legno e portato al mercato.

Elementi di tradizionalita' del processo produttivo: Utilizzo del seme autoctono che viene riprodotto dai singoli agricoltori locali.

Materiali utilizzati nella tradizione locale: Attrezzi agricoli

Storia tradizionale del Prodotto: Questa ecotipo locale viene tradizionalmente coltivato nei comprensori orticoli dei comuni di Formia, Fondi e Gaeta da lungo tempo; già gli antichi romani ne apprezzavano la loro bontà. Numerose sono anche le testinomianze orali degli agrircoltori locali che attestano, fin da tempi remoti, la coltivazione di questo prodotto.

Ottenuto anche con metodo Biologico: NO

Fonte: Regione Lazio - arsial.it. I prodotti tipici e tradizionali del Lazio - Progetto Agricoltura Qualità.



Preferiti in Lazio: