AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza

Tartufo nero pregiato

Funghi e Tartufi (Tartufi)
Marche

Territorio interessato alla produzione:
Diffuso nelle zone interne dell'intero territorio regionale.

Descrizione del prodotto:
Forma per lo più rotondeggiante, dimensioni variabili da una nocciola a una grossa patata; il peso può superare il chilogrammo. Ha peridio o scorza nera rugosa con verruche minute, poligonali depresse in sommità e gleba o polpa nera-violacea a maturazione, con venature bianche fini che diventano un po’ rosseggianti all'aria e nere con la cottura. Emana un profumo delicato e gradevole che lo rende particolarmente apprezzato. Vive in simbiosi con querce, carpini, ecc.

Preparazione
Matura da dicembre a marzo nei boschi caratterizzati da un discreto grado di naturalità e nelle tartufaie controllate e in quelle coltivate. La ricerca viene effettuata con l'ausilio di cani addestrati.

 

Cenni storici e curiosità
La presenza di tartufaie nel territorio regionale è attestata da numerosi documenti storici già a partire dal 1600.
Il Tartufo Nero Pregiato è chiamato anche “il re della tavola”: si presta ad una grande varietà di piatti e preparazioni nelle quali può essere usato sia crudo che cotto perché il suo aroma non si rovina ma si rafforza in cottura.
Si differenzia dal Tartufo Nero estivo (detto anche Scorzone) perché matura in autunno/inverno ed è solitamente più profumato.




Preferiti in Marche: