AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza

Fave alla veneziana

Dolci e Gelati (Biscotteria e Fritti)
Veneto

Territorio interessato alla produzione: La produzione interessa gran parte del territorio della provincia di Venezia ma vengono prodotti anche in altre parti del Veneto.

La storia: Tipico dolce veneziano in vendita nelle pasticcerie durante il mese di novembre, mese tradizionalmente dedicato alla commemorazione di defunti. La ricetta viene riportata nel volume “Il Veneto in cucina” di Ranieri Da Mosto stampato nel 1978, in cui la lavorazione viene già allora descritta come tradizione della pasticceria veneziana.

Descrizione del prodotto: Dolcetti di forma tondeggianti, grandi come una noce, prodotti con mandorle bianche, pinoli, zucchero semolato, albume, essenze coloranti.

Processo di produzione: La lavorazione prevede di passare tutto l’impasto in una raffinatrice con una piccola parte di albume, quindi impastare aggiungendo poco alla volta il resto di albume fino a che l’impasto è morbido ed omogeneo. Dividere l’impasto in 4 parti: la prima parte si colora di verde con il purè di pistacchi, la seconda di marrone con i cacao, la terza di marroncino con il purè di nocciole, infine la quarta si lascia bianca. Mettere il composto in un sacco “a poche” con la bocchetta liscia media e formare su placche con la carta da forno dei piccoli bastoncini ovali, spolverare quelli bianchi di zucchero semolato, quelli verdi di zucchero semolato verde, quelli marroncini di zucchero semolato marroncino e quelli marroni di cacao. Cotti in forno per 6 o 7 minuti.

Reperibilità: Tipico del mese di novembre in concomitanza con la festa di commemorazione dei defunti. Il prodotto è reperibile presso tutte le pasticcerie della regione.

Usi: Si mangiano da sole come le caramelle o a fine pasto accompagnate da vino dolce.