AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza

Sangue morlacco

Liquori (Liquori)
Veneto

Territorio interessato alla produzione: Torreglia, provincia di Padova

La storia: Il Sangue Morlacco ha un’antica storia, legata a quella della famiglia produttrice; croati costretti a emigrare in Italia dopo la Prima Guerra Mondiale. La produzione inizia nel 1830, utilizzando le amarene marasca che crescono abbondanti lungo la costa slava. Denominato inizialmente “Visna” e poi “Cherry Brandy”, nel 1919 fu rinominato “Sangue Morlacco” da Gabriele D’Annunzio, durante la sua impresa di Fiume. Il Poeta era innamorato della Dalmazia e volle sottolineare l’originalità e la bontà dello Cherry Brandy con un nome destinato a ricordare nel tempo un liquore tipico degli italiani di Dalmazia. La famiglia produttrice si è trasferita a Torreglia, sui Colli Euganei, dove ha continuato la tradizionale produzione, e ha fatto conoscere il Sangue Morlacco ad un numero sempre maggiore di estimatori.

Descrizione del prodotto: Il Sangue Morlacco è il liquore ottenuto dall’infusione di ciliegie marasche. Si presenta di colore rosso scuro, con un forte aroma di marasche e dal gusto deciso e gradevole.

Processo di produzione: Dalla spremitura delle ciliegie marasche si ottiene un succo parzialmente fermentato che viene messo in botti di legno dopo essere stato addizionato con alcool al fine di evitare la totale fermentazione. Dopo un invecchiamento di sei mesi viene aggiunto alcol, zucchero ed acqua e si ottiene il prodotto finito.

Reperibilità: Il prodotto è reperibile presso la piccola distribuzione nella maggior parte del territorio regionale.

Usi: Ottimo liquore da sorseggiare, il Sangue Morlacco viene anche utilizzato per le preparazioni di pasticceria.