AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza

Genepy

Liquori (Liquori alle erbe)
Piemonte

Il liquore Genepy è ottenuto dalla macerazione in alcool di artemisie alpine, essenzialmente
Artemisia Mutellina (genepy maschio), Artemisia Glacialis (genepy femmina) e specie affini; esso
presenta una gradazione alcolica da 30 a 42 % vol.

 

Territorio interessato alla produzione: Il Genepy è un liquore prodotto in quasi tutte le zone montane del Piemonte e della Valle d’Aosta dove cresce l’Artemisia.

 

Cenni storici e curiosità
In Piemonte la coltivazione del Genepy è iniziata, negli anni ’60, nelle valli delle Province di Cuneo e di Torino. Nei liquorifici, i metodi di lavorazione sono sempre quelli che già erano in uso quando si lavorava soltanto con il Genepy spontaneo.
Vi sono documenti sulla produzione del Genepy in Valle di Susa, sin dal 1755.
Giovanni Stefano Pin è stato, infatti, il primo a metà del ‘700 a introdurre in Val Chisone la distillazione e l’alambicco. Egli esercitava la professione di notaio, ma nei momenti liberi si dedicava alla raccolta e alla distillazione di erbe. Suo figlio Stefano Giuseppe approfittando delle prove e degli studi del padre, si dedicò alla distillazione.
La prima distilleria fu fondata nel 1823 a Fenestrelle, località delle Alpi Cozie a 1150 m sul livello del mare, dal nipote Stefano Pin che si specializzò nella fabbricazione di liquori alpestri ottenuti mediante infusione e distillazione di fiori, erbe aromatiche e radici alpine raccolti sui monti dell’Alta Val Chisone, e predispose un formulario originale, anch’esso datato 1823, che è utilizzato ancora oggi come metodo di lavorazione per conservare nel liquore Genepy le proprietà toniche, digestive ed eupeptiche dell’erba aromatica alpina.




Preferiti in Piemonte: