AgriturismiUmbria.Net
Agriturismi, B&B e Case vacanza

Uova di bufala

Formaggi (Bufalini)
Campania

Materia prima: latte di bufala. Alimentazione: pascolo estensivo naturale integrato da mangimi.

Tecnologia di lavorazione: la stessa della mozzarella. Quando la pasta è filata viene mozzata in piccole mozzarelle grandi quanto un uovo di gallina. Queste vengono raffreddate e messe nella panna di affioramento, dentro piccole anfore di terracotta dette "lancelle"; oppure sigillate in buste immerse in acqua semplice.

Stagionatura: non si effettua.

Caratteristiche del prodotto finito: peso: Kg 0,020-0,030; forma: sferica; pasta di colore bianco porcellana; sapore: acidulo reso più corposo dalla presenza della panna.

Area di produzione: in tutte e cinque le province della Campania; pregiate quelle prodotte nella Valle del Sele (SA) e Mazzoni delle Rose (CE).

Calendario di produzione: tutto l'anno.

Note: Fedele de Siervo, relatore dell'inchiesta agraria Jacini per la Campania, segnala le Uova di bufala sotto il nome di Borrello. Più recentemente venivano definiti burrielli.